Navigation Menu+

Pizza VEGAN

pizza1

Ieri ho cucinato questa pizza.

Ce l’avevo in mente da un pò, perchè la pizza con la mozzarella filante mi mancava...allora il giorno prima, ho cominciato proprio da quella: la mozzarella!

Sono molto, ma molto soddisfatta del risultato finale…e si vede dalla foto, che non è molto bella, ma avevo troppa fretta di mangiarlaaaa!!!

 Ecco cosa serve per farla:

per la mozzarella:

  • 1 + 1/2 vasetto di yogurt di soia al naturale
  • 4 cucchiaini colmi di fecola di patate
  • 2 cucchiai colmi di panna di soia
  • 2 cucchiaini di burro di soia
  • 2 cucchiaini di sale fino integrale
  • 2 cucchiaini di lievito in scaglie polverizzato
  • 200ml di latte di soia (Provamel naturale)

per il condimento :

  • una bottiglia di passata di pomodoro bio
  • sale-olio evo-capperi-olive nere

per l’impasto :

  • 60 gr farina manitoba
  • 5 gr lievito fresco
  • 30 gr acqua fredda
  • impastare il tutto e lasciar maturare a 18° per 12 ore circa coperto con una stoffa umida
  • reimpastare con:
  • 300 gr farina manitoba
  • 200 gr farina tipo 2
  • 230 gr acqua fredda
  • 30 gr olio extravergine di oliva
  • 12 gr sale fino integrale

Procediamo :

Come avrete notato nella descrizione degli ingredienti, occorre pensare alla pizza un giorno prima!

Preparate quindi il primo impasto per la pizza (biga), come ho descritto sopra e poi dedicatevi alla mozzarella.

Prendete una ciotola : versatevi il latte e la fecola, mescolando bene per scioglierla. Aggiugete il lievito polverizzato, la panna, il burro di soia e il sale, poi mettete a cuocere con una fiamma bassa. Continuate a mescolare dolcemente con una frusta, finchè il composto assumerà un aspetto cremoso poi : togliete il pentolino dal fuoco per un momento e aggiungete lo yogurt. Mescolate rapidamente con la frusta e poi tornate sulla fiamma. Prendete ora un cucchiaio da cucina e continuate a mescolare per una decina di minuti. A un certo punto il composto assumerà una consistenza filante e tenderà a staccarsi dalle pareti. Toglietelo dal fuoco.

Prendete una piccola ciotola di vetro, mettete sul fondo un filo d’olio e trasferite il vostro composto. Appena sarà raffreddato, coprite con la pellicola e mettete in frigorifero.

Il giorno seguente :

Reimpastate subito la pizza con gli ingredienti descritti e  lasciate riposare 1/4 d’ora. Formate poi delle palline di 250 gr circa e mettetele a lievitare in ambiente temperato, lontano da correnti d’aria e coperto con un nylon. Devono raddoppiare il loro volume. Con questo sistema di lievitazione, ci possono volere alcune ore, quindi consiglio questa operazione la mattina…per cucinare la pizza di sera… Il risultato  vi ripagherà dello sforzo, perchè la lenta lievitazione e il poco lievito utilizzato renderanno la vostra pizza, oltre che gustosa e croccante : assolutamente ben digeribile!

Bene! Giunto il momento : condite la salsa di pomodoro con sale, un paio di cucchiai di olio, l’origano e tenete da parte. Prendete la fantastica mozzarella, tagliatela a fette di 3-4 mm e tenete da parte. Dissalate i capperi e tirate fuori le olive. Pronti i condimenti, prendete le palline di impasto e cominciate a stenderle. Se siete pratici di impasti, l’ideale sarebbe farlo con le mani, altrimenti usate un matterello.

Se avete a disposizione un fornetto per la pizza, predisponetelo sul fornello. Diversamente accendete il forno alla massima potenza.

Stendendo l’impasto, cercate di dare uno spessore piuttosto sottile. Condite con uno strato di salsa al pomodoro, poi accendete la fantasia e distribuite gli altri ingredienti, secondo il vostro gusto.

Infornate.

Nel fornetto basteranno pochi minuti. In forno qualcuno in più, probabilmente. Con l’impasto tirato così sottile, non appena la mozzarella si scioglierà sarà  indice che : la vostra pizza è pronta!

…Slurp!

I commenti da Facebook

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>